La nostra storia

Nasce La Piemontesina

Siamo nati agricoltori e, per passione, abbiamo deciso di continuare il mestiere dei nostri genitori. Questo ha comportato la necessità di uno sviluppo dell'attività che si è concretizzato con la costruzione di una nuova azienda e così fra il 1982 e il 1984 è sorta La Piemontesina accanto all’ex tenuta sabauda “ LA MANDRIA” di Chivasso dove i nostri antenati si stabilirono intorno agli anni '20, quando la tenuta fu lottizzata.

Una passione che evolve

Dal 1990 la nostra fattoria si evolve rivolgendosi al pubblico attraverso due nuove attività: educativa con i bambini e le scuole, e agrituristica. 

Far crescere bambini liberi, sani ed in modo naturale, questo è ed era l’obiettivo di Emilia quando ha deciso di aprire in via sperimentale il primo Agriasilo d’Italia.

Nato nel 2006, l’Agriasilo è un asilo nido privato a tutti gli effetti con percorsi educativi molto particolari ed innovativi incentrati sul ritorno alla natura al contatto con la terra gli alberi gli animali e le stagioni. Un nuovo modo di educare che aiuta a frenare l’iperattività e a recuperare la riflessività ed i tempi di elaborazione. Così si riescono a prevenire disturbi sempre più diffusi anche nella prima infanzia come la sindrome da deficit di attenzione e iperattività, la depressione, la violenza, l’obesità e l’anoressia infantile.

Apre la sezione 3-6 anni

Dal 2006 al 2012 l’esperienza dell’Agriasilo è cresciuta e si è consolidata.

Ad ottobre 2012 apre la sezione 3-6 anni che, per dare continuità al grande lavoro svolto in precedenza, vuole essere uno spazio nel quale il bambino possa crescere in un contesto naturale a contatto con gli animali e con quanto l’ambiente della fattoria può offrire facendo direttamente esperienze che sostengono la sua curiosità e la sua voglia di apprendere, secondo i principi sostenuti dalle più recenti pedagogie.

Si cresce in sano equilibrio con se stessi e l’ambiente solo se siamo in condizioni di poter entrare nell’ambiente e diventarne parte attiva, questo è il presupposto per coltivare il senso di rispetto dal quale non si può prescindere per educare al consumo consapevole, sostenibile, lento.

Il calore della terra

Il bambino, fino ad almeno 14 anni, deve ricevere il giusto nutrimento affettivo, esperienziale e spirituale, attraverso l’immaginazione, l’osservazione, la bellezza, il rispetto: i bambini devono ricevere calore, il calore del legno, della terra, del sole, del contatto, delle fiabe.
I bambini di oggi, al contrario, vivono nella freddezza: la freddezza delle cose “non vive”, della plastica, della televisione, dei computer.
Il contatto con la natura sviluppa l’intuito, procura al bambino un grande calore, una bellissima esperienza sensoriale, un grande amore per la scoperta e per il bello e, se ben indirizzato, una incredibile ispirazione artistica e immaginativa.

Produttori di salute

Nel 2019 innoviamo ancora! Dopo anni di incertezza in agricoltura, abbiamo iniziato a coltivare Canapa, come facevano i nostri avi nel Canavese un secolo fa ci siamo riproposti una nuova sfida. Coltivare canapa in Italia oggi comporta non pochi inconvenienti burocratici, ma questo non ci ha fermato. La coltivazione della canapa ha una lunga tradizione in Italia e in Europa ed è totalmente ecologica: richiede ridotte quantità di acqua, non necessita di pesticidi e contribuisce al corretto utilizzo delle risorse naturali.
Nell’Azienda Agricola La Piemontesina non vengono utilizzati pesticidi o erbicidi.  La produzione delle infiorescenze di canapa viene eseguita in modo manuale dalla coltivazione alla raccolta al confezionamento.